Rfi: una Sala controllo ipertecnologica per la sicurezza di treni e ferrovie italiane

(Teleborsa) – Monitoraggio H24, ovvero ininterrottamente nelle 24 ore, oltre 9000 treni al giorno, 2.200 stazioni e più di 24.000 km di binari. E’ la nuova Sala Operativa Nazionale di Rete Ferroviaria Italiana, a Roma, che controlla istante per istante tutto ciò che accade sull’intera rete nazionale, coordina la gestione del traffico e verifica lo stato di efficienza di scambi, segnali, alimentazione elettrica e i sistemi ultra tecnologici per la sicurezza dei treni. Con operatori davanti a grandi schermi touch pronti immediatamente a intervenire nel caso di criticità ed emergenze.

La nuova sala operativa nazionale di Rfi, strettamente collegata con le altre 14 sale operative territoriali, che oltre a controllare l’andamento del traffico ferroviario, gestisce tutte le attività necessarie e funzionali per garantire la continuità della circolazione ferroviaria in caso di anormalità, guasti o eventi esterni che possano provocare “fermi” temporanei. E’ l’interfaccia operativa delle 33 imprese ferroviarie che operano in Italia e autorizza e monitora tutte le modifiche chieste alla quotidiana offerta commerciale programmata.

Sono 35 gli operatori impegnati, distribuiti in 3 turni, con a disposizione 56 monitor, di cui 4 da 84 pollici ciascuno, in rete grazie a 200 metri di fibra ottica e alimentati da 3 mila metri di cavi elettrici. La sala controlla e analizza anche tutti dati, oltre 200 parametri relativi a armamento (binari e pietrisco), energia (linea di contatto), segnalamento e telecomunicazioni (sistema radio GSM-R), ricevuti in tempo reale dalla flotta dai treni diagnostici di RFI. Flotta che ha in Dia.Man.Te., primo treno al mondo su struttura ETR 500 in grado di misurare a 300 km/h lo stato delle infrastrutture ferroviarie (linee AV/AC) e Archimede realizzato per viaggiare a 200 km/h sulle linee convenzionali, le punte di eccellenza appunto in fatto di diagnostica sul campo e in tempo reale.

Nel caso di particolari criticità, la nuova superstruttura di Roma è in grado di visualizzare in diretta anche le immagini trasmesse dalle telecamere di sicurezza installate nelle stazioni ferroviarie, quotidianamente controllate e supervisionate dalla Sala operativa della Protezione aziendale, e può essere collegata con la sala unità di crisi dove gli amministratori delegati delle società operative e il top management del Gruppo Fs Italiane possono seguire minuto per minuto l’evolversi del traffico ferroviario al verificarsi di criticità particolarmente rilevanti e con impatto significativo sulla circolazione dei treni.

Rfi: una Sala controllo ipertecnologica per la sicurezza di treni e fe...