RFI, aggiudicati i lavori per altre due tratta della nuova ferrovia AC Napoli-Bari

(Teleborsa) – Proseguono a ritmi serrati le attività per la realizzazione della nuova linea ferroviaria ad Alta Capacità Napoli-Bari. Dopo l’aggiudicazione nei giorni scorsi della gara per la tratta Apice–Hirpinia, nella giornata di oggi lunedì 1 aprile si è aggiunta l‘assegnazione dell’appalto per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori del lotto Frasso Telesino–Telese.

Ad ottenere la commessa da parte di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) è stato il Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) costituito da Pizzarotti (mandataria dell’ATI), Ghella, Itinera, Salcef, Eds Infrastrutture, Geodata Engineering, Integra e Rina Consulting. I lavori, per un valore complessivo di circa 230 milioni di euro, riguardano la nuova sede ferroviaria e le opere civili connesse, come l’armamento ferroviario, l’impianto di alimentazione aerea dei treni, sottostazioni elettriche comprese.

L’accelerazione dei vari step dell’iter e l’aggiudicazione delle due gare a poche ore di distanza l’una dall’altra sono state frutto dell’impegno del Commissario della Napoli-Bari. La nuova linea ad Alta Capacità (AC) che unirà le due città avrà un costo complessivo di circa 6,2 miliardi di euro e sarà parte integrante del Corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavia-Mediterraneo.

Recentemente, per la tratta Frasso Telesino-San Lorenzo Maggiore, nel beneventano, è stato ottenuto il massimo livello di certificazione di sostenibilità Envision (Platinum), il primo a livello mondiale a ricevere tale valutazione.

Nel 2026, alla prevista apertura della nuova linea, sarà possibile viaggiare da Bari a Napoli in 2 ore e raggiungere così in 3 ore Roma dal capoluogo pugliese.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

RFI, aggiudicati i lavori per altre due tratta della nuova ferrovia AC...