Retribuzioni in lieve aumento ad ottobre

(Teleborsa) – Retribuzioni in aumento nel mese di ottobre ma solo per il settore privato.

Nel mese in questione l’indice delle retribuzioni contrattuali orarie è aumentato dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,2% nei confronti di ottobre 2014. Complessivamente, nei primi dieci mesi del 2015 la retribuzione oraria media è cresciuta dell’1,1% rispetto al corrispondente periodo del 2014. Lo comunica l’Istat.

Va meglio ai dipendenti del settore privato, la cui retribuzione oraria ha registrato un incremento tendenziale dell’1,7% mentre nulla è variato per quelli della pubblica amministrazione.

A beneficiare degli aumenti sono stati principalmente i lavoratori dei settori tessili, abbigliamento e lavorazioni pelli (4,5%); agricoltura (3,9%); energia e petroli (3,5%). Si registrano variazioni nulle nei settori del credito e assicurazioni, delle telecomunicazioni e in tutti i comparti della pubblica amministrazione.

Tra i contratti monitorati dall’indagine, nel mese di ottobre non sono stati recepiti nuovi accordi e nessuno è scaduto. Inoltre la quota dei dipendenti in attesa di rinnovo è del 38% nel totale dell’economia e del 19,9% nel settore privato. L’attesa del rinnovo per i lavoratori con il contratto scaduto è in media di 58,3 mesi per l’insieme dei settori e di 41 mesi per quelli del settore privato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Retribuzioni in lieve aumento ad ottobre