Rete Unica, Giorgetti: “Fare presto, c’è stallo che non giova al Paese”

(Teleborsa) – Il Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti chiede trasparenza e velocità sul progetto Rete Unica, perché “c’è uno stallo che non giova al Paese”. Lo afferma in audizione alla Camera sul Recovery Plan, sollecitando gli attori coinvolti a fare il punto sulla “realizzabilità” del progetto.

“Non so se il progetto di rete unica sia e giusto o sbagliato, ma dobbiamo decidere, non possiamo far passare i mesi”, chiarisce Giorgetti, aggiungendo che lo Stato, quale azionista indiretto dei soggetti coinvolti, ha la “responsabilità di fare una proposta rapida“. L’allungamento dei tempi crea “sovrapposizioni e duplicazioni ” negli investimenti e “dispersione di risorse” – spiega il Ministro – mentre “la logica vorrebbe che le risorse vengano usate in modo razionale e il pubblico intervenga dove serve”.

Rete unica – precisa – non significa “ricostruire un monopolio privato in capo a una sola azienda e tantomeno in mani straniere” ed è orientata a garantire “parità d condizioni” agli operatori.

Giorgetti parla anche di potenziare il bonus TV, affermando che è una misura “indispensabile rispetto alle date che ci siamo dati per la liberazione delle frequenze 5G”.

Quanto al Recovery Plan, il titolare del MISE afferma che il piano deve essere “ispirato alla massima concretezza”. “Andrà evitata la tentazione di inserire progetti che non siano attuabili. Dovranno essere ambiziosi ma realistici e non velleitari”, sottolinea Giorgetti, ricordando che si tratta di “un’occasione importante” per l’Italia che offre “l’opportunità di correggere prassi negative consolidate e di adottare un metodo di programmazione dei progetti più strutturato e meno frammentato”.

Per quanto concerne il digitale – afferma – “la priorità è velocizzare il percorso fin qui problematico per la cablatura integrale del Paese” e “rimuovere i ritardi” anche “con opportune semplificazioni normative”.

Fra le priorità, Giorgetti cita anche quella di “dotare le amministrazioni pubbliche delle competenze tecniche necessarie” e quindi investire sulle risorse umane della PA e sulla “capacità tecnica di affrontare questa sfida”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rete Unica, Giorgetti: “Fare presto, c’è stallo che non g...