Renzi, giovedì l’Italia avrà la legge sui diritti civili

(Teleborsa) – Molti temi spinosi sono stati affrontati ieri durante la trasmissione su RaiTre Che Tempo che fa da Fabio Fazio e Matteo Renzi.

“Giovedì l’Italia avrà una legge sui diritti civili. Credo che il Paese se lo meriti. La voteranno in tanti, sono tranquillo. E dopo l’estate porteremo a casa anche il cosiddetto dopo di noi”, ha dichiarato il premier annunciando la fiducia, per poi passare all’avvicendamento al Mise: “abbiamo il nuovo ministro dello Sviluppo economico, sarà Carlo Calenda”.

Non poteva essere evitato il tema migranti, sul quale il presidente del Consiglio ha chiarito che con la cancelliera tedesca Angela Merkel c’è accordo “su molte questioni, ma non su tutto”. “In Europa, piaccia o non piaccia, bisogna fare una battaglia quotidiana. Un anno fa tutti dicevamo che l’immigrazione è un problema solo per l’Italia. La Merkel su molte questioni è d’accordo con noi, su altre no. Ma le sue parole sul Brennero sono positive”.

Il premier ha poi affrontato la questione riforma costituzionale, dichiarando di essere pronto ad abbandonare la politica in caso di disfatta. “Sul referendum sono d’accordo con Napolitano e con Enrico Letta. Se vince il sì ci sono meno politici, le Regioni hanno meno poteri e i consiglieri regionali meno soldi, lo Stato è più semplice senza il ping pong Camera-Senato. Il federalismo come era stato fatto non ha funzionato”. “Se perdo come faccio a rimanere – ha aggiunto poi Renzi – , è una questione di serietà politica, dopo aver detto che cambiavamo l’Italia non saremmo credibili”.

Renzi, giovedì l’Italia avrà la legge sui diritti&...