Renault punta a tagliare costo batterie del 60% in 10 anni

(Teleborsa) – Renault ha annunciato di stare lavorando per tagliare il costo della batterie delle proprie auto elettriche del 60% in 10 anni, oltre che il costo dei motori elettrici del 30%. Questi due obiettivi sono parte della nuova strategia sulla mobilità elettrica presentata oggi dalla casa automobilistica francese.

Renault sta collaborando con Envision AESC per lo sviluppo di una gigafactory (cioè un sito di produzione di batterie di ultima generazione) a Douai con una capacità di 9 GWh nel 2024 e l’obiettivo di raggiungere 24 GWh entro il 2030. Il gruppo francese ha anche firmato un Memorandum of Understanding per diventare azionista della start-up francese Verkor con una quota di oltre il 20%. I due partner intendono sviluppare congiuntamente una batteria ad alte prestazioni per i veicoli Renault.

“Costruendo Renault ElectriCity (il nuovo centro industriale elettrico, ndr), insieme alla nostra e-powertrain MegaFactory in Normandia, stiamo creando le condizioni per la nostra competitività in patria – ha affermato Luca de Meo, CEO del gruppo Renault – Formeremo, investiremo e collaboreremo con i migliori attori affermati ed emergenti nei loro campi, tra cui: STMicroelectronics, Whylot, LG Chem, Envision AESC e Verkor”.

“Verranno concepiti dieci nuovi modelli elettrici e entro il 2030 saranno prodotti fino a un milione di veicoli elettrici, dai veicoli urbani economici alle auto sportive di fascia alta – ha aggiunto de Meo – Oltre all’efficienza, scommettiamo su design iconici per rendere popolari le auto elettriche”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Renault punta a tagliare costo batterie del 60% in 10 anni