Relatech, accordo pluriennale con ITSRIGHT per 1,8 milioni

(Teleborsa) – Relatech, Digital Enabler Solution Knowledge (D.E.S.K.) Company e PMI innovativa, completate le analisi tecniche e condiviso il piano di fattibilità, ha raggiunto un’intesa sui termini essenziali di un accordo pluriennale (12 anni), per un importo complessivo stimato di circa 1,8 milioni relativo a un progetto di innovazione digitale con ITSRIGHT, importante società italiana indipendente di collecting, che opera in Italia e nel mondo, nel mercato dei diritti degli artisti interpreti esecutori e dei produttori discografici.

L’accordo prevede l’implementazione di una soluzione integrata per: l’evoluzione della piattaforma di rights management; la creazione di un portale per il deposito delle opere; la digitalizzazione della fase di acquisizione mandati.

Il progetto – spiega una nota – si sviluppa sui diversi moduli della piattaforma proprietaria cloud based RePlatform ed in particolare dei moduli ReData, con la tecnologia Machine Learning e Big Data, che renderà più efficace, trasparente e rapido l’intero processo di gestione dei diritti. Attraverso il modulo ReSec basato su tecnologia Blockchain la certificazione potrà beneficiare dei massimi livelli di sicurezza mentre con il modulo ReYou, sarà possibile ottimizzare l’engagement degli utenti web, semplificando le attività per il conferimento del mandato e l’uplodad dei contenuti. Le più innovative tecnologie Cloud e di Cybersecurity garantiscono all’intero progetto flessibilità e scalabilità nell’ambito di un’infrastruttura robusta e sicura per la protezione delle informazioni.

Relatech entra, così, da protagonista nel mercato delle soluzioni per la gestione dei diritti grazie ad una verticalizzazione completa su tutti i moduli della piattaforma RePlatform, con un accordo di lunga durata, che prevede canoni ricorrenti per la durata di 12 anni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Relatech, accordo pluriennale con ITSRIGHT per 1,8 milioni