Regno Unito, l’inflazione torna positiva ma resta attorno allo zero

(Teleborsa) – L’inflazione annuale del Regno Unito torna positiva a novembre, anche se i prezzi si confermano attorno allo zero per il decimo mese consecutivo.
Un elemento, questo, che permette alla Bank of England di decidere con estrema calma le tempistiche di rialzo dei tassi di interesse, anche qualora domani la Federal Reserve dovesse decidere di avviare l’exit strategy.

Secondo l’Office for National Statistics (ONS), i prezzi al consumo hanno registrato un incremento dello 0,1% su base annua, dopo il -0,1% di ottobre e di settembre, risultando perfettamente in linea con le attese degli analisti.

Su base mensile i prezzi sono rimasti invariati dopo il +0,1% di ottobre, battendo però il consensus che era per un calo dello 0,1%.

Il dato “core” dell’inflazione (che esclude le componenti volatili come l’energia) evidenzia invece una crescita dell’1,2% rispetto al +1,1% del mese precedente e come da consensus.

Musica diversa per i prezzi alla produzione, il cui ritmo di caduta è invece aumentato a novembre a causa della caduta delle quotazioni di energia e carburanti.

L’indice dei prezzi alla produzione (output) ha mostrato una variazione negativa dello 0,2% rispetto al mese precedente, dopo il -0,1% di ottobre. Il dato è peggiore delle attese degli analisti che erano per un calo dello 0,1%.

A livello tendenziale i prezzi hanno evidenziato una discesa dell’1,5%, più accentuata rispetto al -1,4% del mese precedente. Anche in questo caso il dato disattende il consensus, che era per un calo dell’1,3%.

L’indice “core”, al netto di cibo, bevande, tabacchi e petrolio, è sceso dello 0,1% come nel mese precedente.

Regno Unito, l’inflazione torna positiva ma resta attorno allo&n...