Regno Unito, inflazione ai massimi da 2012 anche se rallenta su mese

(Teleborsa) – Rallenta come previsto l’inflazione nel Regno Unito a settembre. Secondo l’Office for National Statistics (ONS), i prezzi al consumo su base mensile hanno registrato un aumento dello 0,3% rispetto al +0,6% di agosto, in linea con le attese degli analisti.

Su base annuale però l’inflazione sale al 3% dal 2,9% del mese precedente, ai massimi da cinque anni e mezzo ed in linea con il consensus, alimentando le aspettative di un possibile rialzo dei tassi in UK.

Il dato core dell’inflazione, che esclude le componenti più volatili di cibo e carburanti, evidenzia una certa stabilità, registrando un incremento del 2,7% come il mese precedente e come atteso.

Anche dal lato prezzi alla produzione si conferma lo stesso quadro. I prezzi imput sono Secondo l’Ufficio Nazionale di Statistica (ONS), l’indice dei prezzi alla produzione (output) è cresciuto dello 0,2% rispetto al +0,4% del mese precedente, in linea con le attese degli analisti. A livello tendenziale i prezzi hanno evidenziato una crescita del 3,3%, come stimato dal consensus, in frenata dal +3,4% di agosto.

Più evidente la frenata suoi prezzi imput che decelerano allo 0,4% mensile da +2,3% (sotto le attese di +1,3%) ancfhe se confermano un +8,4% tendenziale (consensus 8,2%).

Regno Unito, inflazione ai massimi da 2012 anche se rallenta su m...