Regno Unito, fiducia in calo tra i consumatori

Anche se i dati sull’economia britannica evidenziano un sensibile miglioramento, le preoccupazioni per una recessione globale hanno impattato sulla fiducia dei consumatori, con le vendite al dettaglio che sembrano perdere slancio, come si evince dagli ultimi rapporti economici del Regno Unito.

Ottobre ha segnato il minimo degli ultimi cinque mesi per il barometro che misura l’umore dei consumatori, secondo un’indagine di mercato condotta da GfK, mentre un altro sondaggio condotti da CBI tra i rivenditori, ha mostrato come le aspettative sulle vendite erano già ribassiste a settembre.

L’indice della fiducia tra i consumatori britannici, misurato da GfK, ha visto due ribassi nel mese di ottobre e tre nel mese di settembre, con aspettative sempre più cupe per il prossimo anno a causa della situazione economica generale vissuta nel 2015.

L’indagine ha inoltre rilevato che le persone sono incerte sul futuro e che l’attuale momento è poco indicato per fare acquisti importanti, come mobili o elettrodomestici.

“Le buone notizie sul fronte interno, con le famiglie rinfrancate dalla crescita dei salari, bassi tassi di interesse e inflazione vicino allo zero,  sono compensate dalle preoccupazioni a scrollarsi di dosso la crisi globale”, ha dichiarato Joe Staton di GfK.

L’indicatore messo a punto da CBI, elaborato su dati raccolti tra 112 imprese sui volumi di vendita al dettaglio, segnala la crescita più lenta degli ultimi sei mesi. Il 38% delle società intervistate ha detto che i volumi di vendita sono aumentati rispetto allo scorso anno, mentre il 20% ha riferito di un calo delle proprie vendite. E’ emerso un saldo complessivo di un aumento delle vendite pari al 19%, in forte calo rispetto a settembre e comunque molto lontano dalle aspettative dei rivenditori che stimavano un 51%.

Regno Unito, fiducia in calo tra i consumatori
Regno Unito, fiducia in calo tra i consumatori