Regno Unito, dentro la BOE c’è chi vuole un taglio dei tassi

(Teleborsa) – Si apre una settimana molto importante per la Gran Bretagna alle prese con la Brexit e, dopo che Londra ha fatto notizia nel weekend, eleggendo un sindaco musulmano, figlio di un autista d’autobus, mentre ci si chiede cosa voterà il primo cittadino londinese al prossimo referendum per l’uscita dall’Unione Europea, di fine giugno. 

L’attenzione degli investitori si concentra sulla riunione di politica monetaria della Bank of England (BoE), in calendario giovedì prossimo, durante la quale secondo gli addetti ai lavori, ci sarebbero almeno due membri del Board della BoE orientati a prendere in considerazione un taglio dei tassi ufficiali.

Dopo svariati mesi di indiscrezioni su possibili ritocchi all’ingiù del costo denaro, il taglio sarebbe in dirittura d’arrivo viste le ultime deboli indicazioni giunte dall’economia britannica. Questa settimana, è atteso l’aggiornamento sulla produzione industriale inglese e il saldo della bilancia commerciale. Gli ultimi dati come inflazione, PIL e indici PMI sono risultati peggiori delle attese.

Regno Unito, dentro la BOE c’è chi vuole un taglio dei&nb...