Regionali in Abruzzo: Marsilio Governatore, Lega primo partito

(Teleborsa) – La coalizione di centrodestra trionfa in Abruzzo guidata dal senatore di fratelli d’Italia Marco Marsilio, che alle elezioni regionali d’Abruzzo del 10 febbraio ha ribaltato il risultato elettorale delle politiche, “affossando” la candidata del Movimento 5 Stelle, Sara Marcozzi ,grazie soprattutto ai voti della Lega, primo partito in assoluto.

La “tornata” abruzzese per l’elezione del Governatore e del Consiglio regionale ha visto così primeggiare sin dalle prime proiezioni, e del resto era nelle previsioni di tutti i pronostici, il candidato della scuderia di Giorgia Meloni, con oltre il 48% dei voti. Al secondo posto, e per questa posizione era la vera battaglia, Giovanni Legnini, candidato di centrosinistra scelto dal 31,47% degli elettori, e in terza posizione Sara Marcozzi, candidata per il M5S, che con il 19,88% risulta essere la vera sconfitta di questa elezione. Ultimo il candidato di Casapound, Stefano Flajani, scelto dallo 0,47% di chi ha votato.

Una tornata, quella abruzzese, che ha visto i partiti schierati in modo inusuale rispetto alla ormai consolidata alleanza di Governo nazionale, sottolineando un netto divario tra la Lega ed il Movimento 5 Stelle.

Il primo dei due partner di Governo, infatti, ha trainato la coalizione di centrodestra con il 27% dei voti, ottenendo tra l’altro titolo di partito più votato. Dall’altra parte, il Movimento 5 Stelle ha perso visibilmente terreno, strappando un risultato che rimane molto lontano da quel 40% ottenuto nella Regione del centro Italia nelle ultime elezioni politiche del 4 marzo 2018.

Regionali in Abruzzo: Marsilio Governatore, Lega primo partito