Reddito di Cittadinanza: cosa c’è da sapere su Card, Pin e Poste Italiane

Poste Italiane ha fatto chiarezza su alcuni dubbi riguardanti il Reddito di Cittadinanza, l'erogazione delle Card e il loro utilizzo

Anche ora che il Reddito di Cittadinanza è quantomai concreto, grazie alla pubblicazione del sito ufficiale dedicato, il provvedimento simbolo del Movimento 5 Stelle non smette di far parlare di sè.

Ogni giorno vengono fornite risposte a nuovi dubbi e così ha fatto Marco Siracusano, responsabile pagamenti mobile e digitali di Poste Italiane e amministratore delegato di PostePay. Nel corso dell’audizione in commissione Lavoro al Senato, Siracusano ha infatti definito alcuni aspetti che risultavano ancora poco chiari in merito al Reddito di Cittadinanza e alla sua erogazione tramite la card fornita da Poste.

Fin da novembre 2018 infatti il vicepremier Di Maio aveva dichiarato che le card del Reddito sarebbero state erogate da Poste Italiane e ora sembrano chiarirsi anche le modalità. Come ha spiegato Marco Siracusano, dopo aver accertato i requisiti del richiedente, sarà l’operatore delle Poste a consegnare carta e pin al beneficiario del Reddito di Cittadinanza. Chi potrà goderne, avrà la possibilità di controllare il saldo online tramite il sito web del Ministero o presso gli uffici e gli sportelli appatenenti al gruppo Poste Italiane.

Con la card in dotazione, sarà possibile prelevare dal bancomat di un qualsiasi istituto bancario, pagando una commissione di 1,75 euro a prelievo. Se invece si decide di prelevare tramite bancomat del gruppo Poste Italiane, non sono previste commissioni. Secondo quanto chiarito finora, sarà predisposta una cifra massima da poter prelevare in contanti per spese considerate “extra”: al momento, si parla di un limite mensile di 100 euro.

Numerose però sono le limitazioni previste per l’utilizzo del Reddito: non sarà possibile infatti effettuare acquisti online o all’estero tramite la card, così come non si potrà trasferire denaro ad un’altra carta. Sarà invece permesso un massimo di un bonifico al mese.

Tra i dubbi dei possibili beneficiari, anche la paura di non vedersi consegnare la card per esaurimento scorte. Siracusano però chiarisce con sicurezza: “Non succederà che abbiamo esaurito le carte. Abbiamo implementato una procedura per avvertire il cittadino che la card è pronta e in quale ufficio postale sarà possibile ritirarla”. In questo modo si eviteranno code infruttuose agli sportelli e un flusso regolare agli uffici.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Reddito di Cittadinanza: cosa c’è da sapere su Card, Pin e Post...