Recupera Milano insieme agli altri mercati europei

(Teleborsa) – Si muovono in territorio positivo i principali mercati di Eurolandia, ampliando la performance della prima parte di seduta. Sulla stessa scia rialzista il FTSE MIB. Nel frattempo, a Wall Street prevalgono gli acquisti per l’S&P-500, mentre continua a regnare l’incertezza sull’esito del voto americano. Le indicazioni più recenti sullo spoglio delle elezioni presidenziali sembrano indicare un allargamento del vantaggio del democratico Joe Biden in alcuni Stati chiave.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,30%. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,42%. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo dell’1,70%.

Invariato lo spread, che si posiziona a +131 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,67%.

Tra i listini europei bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,58%, sostanzialmente tonico Londra, che registra una plusvalenza dello 0,66%. Bilancio decisamente positivo per Parigi, che vanta un progresso dell’1,05%. Segno più per il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dello 0,76%, proseguendo la serie positiva iniziata venerdì scorso; sulla stessa linea, in rialzo il FTSE Italia All-Share, che aumenta rispetto alla vigilia arrivando a 20.813 punti.

In luce sul listino milanese i comparti sanitario (+1,77%), bancario (+1,72%) e automotive (+1,46%).

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori costruzioni (-3,15%), materie prime (-1,38%) e petrolio (-0,82%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, vola Nexi, con una marcata risalita del 5,03%.

Brilla Intesa Sanpaolo, con un forte incremento (+3,28%).

Ottima performance per DiaSorin, che registra un progresso del 2,73%.

Exploit di Amplifon, che mostra un rialzo del 2,24%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Pirelli, che prosegue le contrattazioni a -4,81%.

Pesante Buzzi Unicem, che segna una discesa di ben -4,59 punti percentuali.

Saipem scende del 2,97%.

Calo deciso per BPER, che segna un -1,39%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Garofalo Health Care (+3,91%), Sesa (+3,38%), Credito Valtellinese (+2,97%) e Acea (+2,61%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su FILA, che ottiene -4,65%.

Seduta drammatica per Datalogic, che crolla del 3,53%.

Sensibili perdite per Carel Industries, in calo del 2,85%.

In apnea B.F, che arretra del 2,70%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recupera Milano insieme agli altri mercati europei