Recovery, Profumo: “Puntiamo su global monitoring, smart city, sanità, digital Pa e logistica”

(Teleborsa) – “Leonardo ha individuato cinque ambiti programmatici con cui può dare un contributo alla crescita del Paese nell’ambito del Next Generation Eu: Global monitoring, smart city, sanità, digital Pa e logistica“. È quanto ha affermato l’amministratore delegato di Leonardo Alessandro Profumo, in audizione sul Recovery Plan di fronte alle Commissioni riunite Bilancio e Attività produttive della Camera.

L’obiettivo – spiega Profumo – è quello di “mettersi al servizio dell’Italia mobilitando l’intera filiera del Paese in un rinnovato patto pubblico privato”. “Abbiamo voluto individuare queste cinque aree – ha proseguito l’ad – con progetti specifici, ma non sono progetti che avevamo già nel piano operativo che intendiamo farci finanziarie con il Recovery Fund. Vogliamo essere al servizio del Paese per contribuire a stimolare le potenzialità di crescita per le future generazioni”.

Sul fronte della gestione dei fondi per Profumo le priorità “devono essere priorità politiche con la P maiuscola e da lì poi debbano discendere gli elementi di governance”.

“Leonardo – ha concluso l’ad – ha le competenze per contribuire a risolvere i problemi strutturali del paese, a partire da una carenza di una infrastruttura digitale solida, flessibile e sicura”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery, Profumo: “Puntiamo su global monitoring, smart city, s...