Recovery Plan, Conte accelera: “In gioco credibilità Paese in UE”

(Teleborsa) – “Dobbiamo riprendere con la massima lena la discussione sul Recovery Plan. Si può discutere di tutto, ma dobbiamo discutere nel merito, ne va della credibilità del Paese in UE. Non ci possiamo permettere distrazioni“. Lo ha detto il Premier Giuseppe Conte intervenendo all’inaugurazione del Data Center di Modena.

Confermando il nuovo giro di incontri con i partiti di maggioranza, il Presidente del Consiglio ha chiarito che “non ci possiamo permettere ritardi” e “dobbiamo trovare presto una sintesi efficace”.

Bisogna fare in fretta e, soprattutto, bisogna fare bene. Il Recovery Plan – sottolinea Conte – “dovrà esser un progetto nazionale, dovrà raccogliere tutte le istanze delle parti sociali, dovrà tornare in Parlamento per la sua approvazione.”

Intanto, da Palazzo Chigi si prova a uscire dal cul de sac in cui si è finiti nei giorni scorsi accelerando i lavori di preparazione del Recovery Plan. Proprio con questo l’obiettivo, Conte, accogliendo il pressing del Pd sulla messa e punto del Piano di Ripresa e Resilienza, avvia oggi il confronto con le delegazioni delle singole forze di maggioranza.

Alle 16 il Premier incontrerà, insieme ai ministri per gli Affari europei Vincenzo Amendola e dell’Economia Roberto Gualtieri, la delegazione del Movimento 5stelle. Alle 19 la delegazione del Partito democratico. Domani sarà, invece, il turno delle delegazioni di Italia Viva e Liberi e uguali.

Ma la via per tenere in vita il Conte 2 si fa sempre più in salita. “Bisogna costruire un rapporto fiduciario di maggioranza che oggi non c’è più. Conte ha sciupato la fiducia che aveva”, ha detto questa mattina Ettore Rosato di IV. Parole che di certo non lasciano presagire un clima di ritrovata serenità.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery Plan, Conte accelera: “In gioco credibilità Paese in U...