Recovery Fund, Vienna: no regali, serve giusto equilibrio

(Teleborsa) – “La questione non è se ma come aiutare. Non è di certo nell’interesse di Vienna se uno dei suoi partner economici principali finisce con le spalle al muro“. Lo ha detto il Ministro degli esteri austriaco Alexander Schallenberg a Bolzano.

“E’ importante – ha aggiunto – trovare il giusto equilibrio, senza fare regali e senza creare dei precedenti. Si tratta di normalissime trattative per il pacchetto economico più importante mai varato dall’UE”. “La questione non riguarda i quattro cosiddetti virtuosi, ma tutti i 27 Stati membro”, ha concluso.

Intanto, il Premier greco Kyriakos Mitsotakis in un’intervista al Financial Times ha detto che “ulteriori rigide condizionalità” da parte dell’Ue a cui legare gli aiuti del Recovery Fund sarebbero “politicamente inaccettabili”. Dopo un decennio di austerità, “i greci sono
maturati molto e ora vogliamo fare le nostre riforme” necessarie alla ripresa dalla crisi del coronavirus, ha sottolineato il Primo Ministro ellenico, che punta ad azioni mirate per “transizione verde e digitale” e incoraggia gli investimenti in parte attraverso un programma di privatizzazione.

(Foto: © andreykuzmin / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery Fund, Vienna: no regali, serve giusto equilibrio