Recovery Fund, leader europei: accordo formale il prima possibile

(Teleborsa) – L’obiettivo resta quella di finalizzare un accordo sul Next Generation EU il prima possibile e farli entrare in vigore per il primo gennaio 2021.

A ribadirlo la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, il presidente del Parlamento Ue, David Sassoli, e la cancelliera Angela Merkel per la presidenza di turno del Consiglio Ue della Germania nella videoconferenza tenutasi oggi dopo l’accordo di ieri tra Parlamento e Consiglio sul quadro finanziario pluriennale (QFP) dell’Unione europea e su NextGenerationEU (NGEU).

I leader hanno chiesto al Parlamento e al Consiglio di appoggiare formalmente “il prima possibile” gli accordi raggiunti ieri e la scorsa settimana. “Questo aprirà la strada all’adozione formale di tutte le parti della legislazione e ai processi di ratifica nazionali”, hanno detto i leader.

I tre Presidenti hanno sottolineato che “la gravità dell’attuale situazione epidemiologica ed economica ha chiaramente dimostrato la necessità di un’azione rapida, coordinata e risoluta. L’entrata in vigore del QFP e dell’NGEU sono presupposti assoluti per uscire con successo dalla crisi sanitaria ed economica, poiché forniranno i mezzi di bilancio per finanziare le azioni e i programmi necessari”.

(Foto: Sébastien Bertrand CC BY 2.0)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery Fund, leader europei: accordo formale il prima possibile