Recovery Fund, Gentiloni: successo è “obiettivo irrinunciabile”

(Teleborsa) – “Siamo a un anno dalla dichiarazione dell’OMS di pandemia e siamo ancora dentro. Non dimentichiamo mai la dimensione sociale, umana e sanitaria di questa crisi perchè non ne siamo fuori“. Lo ha sottolineato il Commissario UE agli Affari economici, Paolo Gentiloni, a un convegno sul Recovery Fund organizzato dal CNEL.

“Ieri abbiamo avuto 16.900 morti nel mondo per Covid – ha detto – questo è purtroppo il bollettino quotidiano di questa terribile situazione. E le conseguenze economiche sono molto serie”. Questa crisi “ha delle enormi differenze settoriali: abbiamo un pezzo dell’economia di cui è molto difficile prevedere i tempi di ripresa”, ha spiegato l’eurocommissario aggiungendo che “i numeri non dicono quanto abbiamo perso nel mondo del lavoro più precario“.

Il quadro resta ancora dominato dall’incertezza. “Notizie incoraggianti arrivano dal riepilogo dell’andamento dell’economia lo scorso anno, in particolare nel terzo trimestre, che porterà a livelli di crescita negativa leggermente inferiori a quelli temuti. Ma il ritorno a misure restrittive fa sì che si entri nel 2021 con livelli di difficoltà che, probabilmente, rallenteranno la velocità di una possibile ripresa”. “Ci troviamo di fronte alle peggiore recessione dal dopoguerra – ha aggiunto – una crisi di proporzioni storiche”.

Il Commissario UE ha quindi ribadito che “nessuno può permettersi di sottovalutare l’impatto sociale di questa crisi economica. Dietro i numeri, il PIL, ci sono famiglie, imprese, lavoratori”. Quindi, ha aggiunto “c’è una risposta da dare ora”.

Quanto al Recovery Fund, ha proseguito, “cerca di tenere insieme la ripresa e la trasformazione delle nostre economie attraverso lo strumento del debito in comune”. “Il Next Generation Eu non è un debito che viene accumulato per le prossime generazioni. E’ l’occasione delle vita per rendere possibili alcuni miglioramenti e funzionamenti della nostra società”.

Gentiloni ha aggiunto che l’Italia deve sfruttare “al meglio” questa occasione e che da Bruxelles “faremo la nostra parte con molta ambizione. L’Italia spesso ha dato il meglio di sè di fronte a situazioni difficili. Dirlo in questi giorni complicati in Italia potrebbe sembrare un po’ velleitario, ma questa sfida non riguarda solo il Governo, il Parlamento e i vertici politici. E’ l’intero Paese che ha questa grandissima opportunità“. Poi ha incoraggiato a “coinvolgere le parti sociali e tutti gli stakeholder”.

Infine, un monito a fare presto. E bene. La pandemia impone all’Europa di “progettare il futuro oggi, non bisogna aspettare un’ora X'” perchè “non sappiamo quanto lungo sarà questo tunnel“, ha concluso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery Fund, Gentiloni: successo è “obiettivo irrinunciabile&...