Recovery Fund e Green New Deal, dopo la pandemia il futuro è verde

(Teleborsa) – L’obiettivo della Commissione europea di una transizione verde è “più vivo che mai” dopo la pandemia, anzi, sarebbe un “gravissimo errore” non considerarlo più una priorità.

Lo ha detto il Commissario UE all’Economia, Paolo Gentiloni, nel corso dell’evento online del Corriere della Sera Pianeta 2020, aggiungendo che ” grazie al Recovery Fund i Paesi possono continuare la transizione in atto e guardare al futuro”.

Non solo un obiettivo, ma un impegno ancora più necessario e urgente. “Se guardiamo ai principali attori globali non c’è nessuno tranne la UE che possa guidare la transizione ambientale – osserva Gentiloni per il quale “è stato un marchio di fabbrica della nuova Commissione, con la proposta del Green Deal presentata nelle prime settimane del mandato. Il punto adesso – ha sottolineato – è discutere se la pandemia e le sue conseguenze economiche abbiano influenzato questo ordine di priorità. Io credo che si debba confermare che anche dopo questa grande crisi l’obiettivo della transizione verde resta vivo, anzi più vivo che mai. Queste settimane ci hanno fatto intravedere che si può vivere in modo diverso, si può lavorare e spostare in modo diverso e quindi questa transizione è più che mai attuale”.

Insomma, per costruire un mondo più roseo, occorre passare dal “verde”. “Noi vogliamo che i piani nazionali di Recovery che i Paesi proporranno siano i più possibili coerenti con alcune priorità e le due principali sono la digitalizzazione e la transizione verde” ha spiegato l’Eurocommissario secondo il quale “il fondo è un lusso perchè l’esistenza di questi aiuti europei può consentire ai Paesi, anche in questi momenti difficili, di pensare anche al medio termine, alle trasformazioni necessarie, al nostro futuro e non solo agli interventi immediati che bisogna fare per assistere i redditi e proteggere il lavoro”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery Fund e Green New Deal, dopo la pandemia il futuro è verde