Recovery, Corte Conti UE: “Piano siano ben formulati e tempestivi”

(Teleborsa) – I progetti ed i tempi del Recovery Plan dovranno essere “ben formulati e predisposti”, in base alle “raccomandazioni specifiche” della UE, per favorire una rapida attuazione degli interventi. Lo ha ribadito la Corte dei Conti europea in audizione alle Commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato.

“La crisi è qui ed adesso”, ha avvertito Ivana Maletic, componente della IV commissione della Corte dei Conti UE, aggiungendo che la fase attuativa non può essere rinviata ed è quindi “fondamentale essere pronti e partire entro i tempi”.

Sulle tempistiche ha indicato il mese di luglio per l’approvazione dei PNRR, in modo da esser pronti a ricevere i pre-finanziamenti a partire dal 1° agosto. Le successive erogazioni – ha ricordato – saranno pagate “sul merito” e quindi sul “raggiungimento dei risultati previsti”.

La Maletic ha poi avvertito che deve essere posta “particolare attenzione” alla “capacità di assorbimento dei fondi europei”, che è un problema italiano ed è comune a molti Stati. Nel periodo 2014-2020 – ha ricordato – l’Italia ha utilizzato meno della metà del fondi disponibili”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery, Corte Conti UE: “Piano siano ben formulati e tempestiv...