Recovery, Conftrasporto: “Trasporti e logistica, questi sconosciuti”

(Teleborsa) – Conftrasporto commenta la bozza del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, meglio noto come Recovery Plan, con accenti piuttosto critici rispetto alle risorse destinate ai settori del trasporto e della logistica.

“Ancora una volta dobbiamo prendere atto della totale negligenza con la quale si affronta il tema dei trasporti e delle infrastrutture”, afferma il presidente di Conftrasporto Paolo Uggè, indicando che nell’attuale versione del Pnrr “c’è una totale mancanza di visione sui temi legati alla progettazione di infrastrutture portuali resilienti, in un contesto sempre più condizionato dai cambiamenti climatici”, sostiene

In particolare – sottolinea – “mancano gli interventi per favorire la transizione energetica di mezzi navali e mezzi stradali, assenti anche interventi organici e strutturati per innovazione e digitalizzazione delle catene logistiche”.

Il Recovery – rimarca il presidente di Conftrasporto – “rappresenta lo strumento attraverso il quale il nostro Paese dovrà risollevare il sistema economico facendo ripartire gli investimenti e l’occupazione. Da questo dipenderà il futuro dell’Italia”.

Uggè auspica una nuova revisione del Recovery e lancia un appello alla Ministra De Micheli, affinché infrastrutture, logistica e trasporti trovino la giusta collocazione. “Se così non sarà – conclude – ci troveremmo di fronte a una situazione preoccupante” con il rischio di non disporre degli “strumenti necessari ad agganciare una ripresa economica globale che arriverà”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery, Conftrasporto: “Trasporti e logistica, questi sconosci...