RCS riduce la perdita nei primi 9 mesi, conferma l’outlook 2016

(Teleborsa) – Il gruppo RCS ha chiuso i primi nove mesi del 2016 con una perdita di 17,4 milioni di euro, in riduzione di 109 milioni rispetto al rosso dello stesso periodo del 2015 (-126,4 milioni).

L’Ebitda è risultato positivo per 40,4 milioni, con un miglioramento di 34,5 milioni dovuto principalmente alle azioni di contenimento dei costi e la focalizzazione delle attività. L’Ebit, negativo per 0,8 milioni è tuttavia migliore dei -74 milioni riportati un anno fa.

I ricavi netti consolidati si sono attestati a 709,4 milioni, in flessione del 4,5% rispetto al pari periodo 2015 (743 milioni).

Confermati i target 2016. In un contesto “ancora difficile e caratterizzato dall’incertezza”, l’andamento del gruppo RCS nei primi nove mesi del 2016 ha evidenziato “risultati migliori delle attese”. Lo ha sottolineato la holding editoriale nel comunicato sui conti spiegando che l’incremento dell’Ebitda ante oneri e proventi non ricorrenti dei primi nove mesi (+32,3 milioni di euro rispetto a fine settembre 2015) “supera il miglioramento atteso dal gruppo per l’intero 2016”, principalmente grazie al forte impegno sulla riduzione dei costi (51,7 milioni di efficienze realizzate rispetto allo stesso periodo 2015).

Anche l’indebitamento finanziario netto “ha evidenziato un miglioramento rispetto alle previsioni per il periodo considerato”. In assenza di eventi al momento non prevedibili, RCS ritiene pertanto che il gruppo “possa confermare gli obiettivi previsti per il 2016”.

RCS riduce la perdita nei primi 9 mesi, conferma l’outlook ...