RCS MediaGroup esamina l’OPA dei soci storici

(Teleborsa) – RCS MediaGroup  “mantiene il proprio obiettivo di creazione di valore il gruppo editoriale nel migliore interesse di tutti gli azionisti, non trascurando alcuna opzione strategica. E’ quanto rivela un comunicato RCS MediaGroup che oggi ha riunito il proprio Consiglio di Amministrazione per esaminare la comunicazione dello scorso 16 maggio, in merito alla proposta avanzata da Andrea Bonomi che agendo in veste di “cavaliere bianco” dei soci storici della compagnia di Via Solferino ha promosso un’OPA ad un prezzo superiore di quella proposta da Urbano Cairo. 

Il finanziare agendo in veste di “cavaliere bianco” dei soci storici della compagnia di Via Solferino, per contrastare l’OPS “a sconto” promossa da Cairo, aveva promosso un’OPA ad un prezzo superiore a quello dell’editore di La7.

Il Consiglio di Amministrazione- si legge in una nota- si è riunito per esaminare l’offerta dei soci storici di RCS Diego Della Valle (titolare del 7,32% del capitale), Mediobanca  S.p.A. (6,25%), UnipolSai  Assicurazioni S.p.A. (4,59%) Pirelli  & C. S.p.A. (4,43%) e International Acquisitions Holding S.à r.l. (società indirettamente controllata dal fondo Investindustrial VI L.P.), relativa all’OPA sulle azioni ordinarie di RCS MediaGroup tramite una società di diritto italiano in corso di costituzione.

Il Consiglio ha condiviso, in via preliminare, le seguenti osservazioni: “l’OPA non è stata concordata, ne’ preventivamente comunicata alla Società; l’OPA prevede un corrispettivo per cassa di euro 0,70 per azione che, calcolando le medie del titolo RCS MediaGroup dal 13 maggio 2016 (ultimo giorno di borsa aperta prima della comunicazione al mercato dell’OPA), risulta a premio a tre, sei e dodici mesi.

Calcolando le medie del titolo RCS MediaGroup dall’8 aprile 2016, – spiega ancora la nota -data in cui Cairo Communication ha comunicato la decisione di promuovere un’offerta pubblica di scambio volontaria totalitaria sulle azioni ordinarie RCS MediaGroup (l’“OPS”), il corrispettivo dell’OPA risulta a premio a tre e sei mesi e a sconto a dodici mesi.

Come già evidenziato nel comunicato dello scorso 13 aprile, la media dei prezzi delle azioni della Società ante 8 aprile scorso è stata influenzata negativamente dall’annuncio della distribuzione della partecipazione in capo a FCA, nonché dal protrarsi del negoziato in corso con le banche finanziatrici.

La media delle valutazioni degli analisti che seguono la Società esprimeva, alla predetta data dell’8 aprile scorso, un target price di RCS MediaGroup pari a euro 0,81.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

RCS MediaGroup esamina l’OPA dei soci storici