RCS, Cairo disponibile ad accontentarsi di una quota del 35%

(Teleborsa) – L’editore Urbano Cairo si accontenterebbe anche del 35% delle azioni RCS Mediagroup, quota che gli garantirebbe il controllo di fatto, rinunciando di fatto alla maggioranza assoluta (50% più 1 azione) del gruppo che pubblica il Corriere della Sera.

E’ quanto emerge dai documenti integrativi dell’OPS, pubblicati su richiesta della Consob alla vigila dell’assemblea straordinaria della Cairo Communication, chiamata ad approvare l’aumento di capitale a servizio dell’OPS. 

Così, l’imprenditore intenderebbe aggiustare il tiro, dopo aver incassato un no da Diego Della Valle e da Mediobanca, che proprio ieri ha dichiarato di voler valutare ogni opzione per la valorizzazione della sua partecipazione. 

Quanto all’altro nodo evidenziato dall’Authority, le trattative con le banche creditrici, Cairo afferma di non aver avviato alcun colloquio, ma intende farlo successivamente alla pubblicazione del documento di offerta.

Infine, riguardo il piano industriale del gruppo di Via Solferino, Caro afferma di aver individuato due direttrici strategiche: il raggiungimento della massima efficienza (sinergie di costo) e lo sviluppo dei ricavi (sinergie di ricavo), da realizzarsi attraverso nuovi contenuti e l’ampliamento dell’offerta in Italia e in Spagna.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

RCS, Cairo disponibile ad accontentarsi di una quota del 35%