Rapporto Fed, conti pubblici Italia mettono a rischio stabilità USA

La banca centrale statunitense monitora la finanza pubblica italiana per evitare che un peggioramento possa contaggiare l'economia USA

(Teleborsa) – I conti pubblici italiani finiscono sotto la lente d’ingrandimento della Federal Reserve, equivalente statunitense della Banca Centrale Europea.

E, come si può immaginare, non di certo per essere presi come esempio positivo da seguire. Secondo il rapporto semestrale della Federal Reserve al Congresso, la situazione delle nostre finanze non è di certo rosea ed è tra i rischi che attenterebbero alla stabilità finanziaria degli Stati Uniti.

Nel dettaglio, la banca centrale americana ha sottolineato che i “rischi di breve termine potrebbero generare conseguenze significative per gli Stati Uniti. Due rischi notevoli europei sono un ‘no deal’ sulla Brexit, che resta un esito possibile più avanti nell’anno, e i problemi fiscali italiani. Come ha ribadito già in precedenza più volte, “l’incertezza potrebbe aumentare per una escalation delle tensioni commerciali tra gli Stati Uniti e i principali partner commerciali, facendo crescere i rischi di una frenata dell’attività economica globale”.

La Federal Reserve, comunque, continuerà a monitorare la situazione, così da verificare se l’outlook sull’andamento economico globale dovesse trasformarsi in negativo. Negli ultimi mesi, infatti, le perplessità sul futuro si sono acuite, ma non in maniera troppo decisa. L’economia statunitense, in particolare, resta resta solida, dopo dieci anni consecutivi di espansione. La Federal Reserve ha ribadito inoltre che “monitorerà attentamente le implicazioni delle informazioni in arrivo per l’outlook economico e agirà in modo appropriato per sostenere l’espansione, con un mercato del lavoro forte e un’inflazione vicina all’obiettivo di crescita annuale del 2%”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rapporto Fed, conti pubblici Italia mettono a rischio stabilità ...