Rallentano le Borse europee. Piazza Affari ancora la migliore

(Teleborsa) – Valori in leggero rialzo per la Borsa di Milano, mentre il resto di Eurolandia viaggia sulla parità, rallentando rispetto alla tonica apertura di questa mattina. Esaurita la spinta arrivata dai positivi dati economici giapponesi, gli investitori guardano alle indicazioni che arriveranno nelle prossime ore e nei prossimi giorni dai banchieri centrali di tutto il mondo, con un focus particolare sul rischio di surriscaldamento dell’inflazione.

Sessione debole per l’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,26%. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.730,3 dollari l’oncia. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 65,2 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +93 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,62%.

Tra gli indici di Eurolandia senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, ferma Londra, che segna un quasi nulla di fatto, e trascurata Parigi, che resta incollata sui livelli della vigilia.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,51%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 26.366 punti.

In rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,77%); come pure, sale il FTSE Italia Star (+0,89%).

Buona la performance a Milano dei comparti automotive (+2,09%), sanitario (+1,31%) e costruzioni (+1,27%).

Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti vendite al dettaglio (-0,71%) e beni per la casa (-0,41%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, decolla Terna, con un importante progresso del 4,96%.

Ottima seduta per Stellantis, che mostra un aumento del 3,18%, spinta da dividendo e raccomandazioni degli analisti.

In evidenza Leonardo, che mostra un forte incremento del 2,29%, dopo il lancio dell’IPO sulla quota di minoranza di DRS.

Svetta Mediobanca che segna un importante progresso del 2,04%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Tenaris, che prosegue le contrattazioni a -2,00%.

Sotto pressione Nexi, che accusa un calo dell’1,25%.

Scivola Atlantia, con un netto svantaggio dell’1,14%.

In rosso Enel, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,08%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Webuild (+6,97%), Falck Renewables (+4,84%), ERG (+3,78%) e Banca Popolare di Sondrio (+3,51%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Tod’s, che prosegue le contrattazioni a -2,79%.

Lettera su Brunello Cucinelli, che registra un importante calo del 2,26%.

Spicca la prestazione negativa di Biesse, che scende dell’1,92%.

Cattolica Assicurazioni scende dell’1,82%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rallentano le Borse europee. Piazza Affari ancora la migliore