Radici Group chiude 2019 con utile di 81 milioni

(Teleborsa) – Radici Group ha chiuso l’esercizio 2019 con un fatturato consolidato a 1.092 milioni di euro, EBITDA a 165 milioni di euro e un utile di esercizio al netto di ammortamenti e svalutazioni a 81 milioni di euro.

Risultati in linea con il budget e frutto di una strategia che ha previsto la focalizzazione sui business considerati strategici, sinergici e di sicuro interesse nel medio periodo. Fondamentale per garantire anche nel 2019 la competitività e lo sviluppo del Gruppo è stata la decisione di continuare a destinare importanti investimenti – per un valore complessivo di oltre 45 milioni di euro – sia al costante aggiornamento tecnologico di impianti e macchinari, sia alla sostenibilità delle attività (Best Available Techniques, efficientamento energetico, abbattimento di emissioni e attività di ricerca e sviluppo).

Sul fronte acquisizioni, nei primi giorni del 2020 si è conclusa l’operazione di acquisto delle quote di Radici Plastics France, che ha portato il Gruppo a detenere la maggioranza delle azioni della società francese specializzata nella commercializzazione di tecnopolimeri ed è stata finalizzata l’acquisizione di Zeta Polimeri, società italiana attiva nel recupero di fibre sintetiche e di materiali termoplastici.

“Siamo soddisfatti di come il Gruppo ha chiuso il 2019 con numeri che confermano la nostra competitività sul mercato”, ha dichiarato Angelo Radici, Presidente di Radici Group, aggiungendo che l’attenzione è focalizzata sull’evoluzione dello scenario globale, e da come evolverà l’emergenza sanitaria. “Nonostante la tenuta dei risultati nel primo trimestre del 2020 – ha agigunto – nel secondo trimestre e nei periodi successivi ci attendiamo un quadro di generale flessione anche se, ad oggi, è impossibile prevedere con certezza quali saranno i reali effetti della pandemia sull’economia mondiale”.

Alessandro Manzoni, CFO di Radici Group, parlando della pandemia, ha ricordato che il Gruppo “si è attivato per mettere a punto una filiera Made in Italy volta alla produzione di camici e dispositivi di protezione certificati per uso medico, così da dare un concreto contributo nella lotta al virus. Oggi il Gruppo continua in questa attività, grazie alla quale è stato generato un importante indotto economico e su cui si concentreranno ulteriori investimenti nella seconda parte del 2020”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Radici Group chiude 2019 con utile di 81 milioni