Quale impatto lockdown? Più tempo per figli, tv, musica e creatività

(Teleborsa) – Cosa è successo agli italiani durante il lockdown? Lo svela L’Istat in un sondaggio condotto sulla popolazione, che conferma un cambio di abitudini a favore di attività possibili all’interno delle mura domestiche, ma svela che le famiglie non rinunciano alla creatività ed hanno riempito le loro giornate, cogliendo l’occasione per fare sperimentazioni e dedicarsi a quanto rimandato da tempo.

Una vita più pigra – Un terzo dei cittadini si è svegliato più tardi rispetto a prima del lockdown e un quinto ha dormito di più. Ad approfittarne sono stati gli uomini più delle donne. Il 76,9% ha svolto lavoro familiare (pulizia della casa, cura dei conviventi, ecc.). Solo il 28% è uscito per vari motivi (passeggiata, andare a lavoro, a fare la spesa). Ha lavorato il 16,7% della popolazione e studiato l’8% (quota che sale al 61,9% tra gli studenti di 18 anni e più).

Il ritrovato amore per la cucina tradizionale – Tra le attività di lavoro familiare la preparazione dei pasti ha coinvolto il 63,6% dei cittadini (l’82,9% delle donne, il 42,9% degli uomini). Chi potrebbe mai dimenticare la carenza di lievito di birra e farina?

E il tempo per gli affetti – La cura dei figli è l’attività che più frequentemente delle altre ha fatto registrare un incremento del tempo dedicato abitualmente, in particolare per il 67,2% di coloro che l’hanno svolta, mentre per il restante 29,5% non ci sono state variazioni

Social come veicolo di relazione – La quota di persone che hanno sentito telefonicamente o tramite videochiamate i propri parenti è pari al 62,9%, a conferma che l’uso dei social avvicina, anche quando le condizioni di “confinamento” hanno imposto l’allontanamento dai propri cari.

La riscoperta della lettura – Il 62,6% dei rispondenti ha affermato che, durante il periodo di quarantena, ha trascorso parte della giornata leggendo libri, riviste, quotidiani o altro.

E lo sport “casalingo” – Il tasso di chi ha praticato attività fisica o sportiva è pari al 22,7%, nonostante le difficoltà del lockdown e la chiusura delle palestre, e lo ha fatto restando in casa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quale impatto lockdown? Più tempo per figli, tv, musica e creatività