Punta al rialzo la performance dei mercati europei

(Teleborsa) – Partenza al rialzo per le principali borse europee che seguono l’andamento positivo delle piazze asiatiche e americane.

Seduta povera di spunti dal fronte macroeconomico in Europa, mentre negli USA saranno pubblicati l’indice CFNAI e le vendite di nuove case, entrambi di gennaio. In Italia, è attesa un’asta di BOT a sei mesi, per un importo di 6 miliardi di euro.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,24%. Segno più per l’oro, che mostra un aumento dello 0,71%. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 63,64 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a 140 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,06%.

Tra le principali Borse europee andamento positivo per Francoforte, che avanza di un discreto +0,71%. Piccolo passo in avanti per Londra, che mostra un progresso dello 0,49%. Composta Parigi, +0,49%. Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,53%. 

Si distinguono a Piazza Affari i settori Chimico (+4,00%), Materie prime (+1,74%) e Telecomunicazioni (+1,53%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ben comprata Tenaris, che segna un forte rialzo dell’1,93%.

Telecom Italia avanza dell’1,50% dopo cheil CdA, ha esaminato e valutato positivamente, a maggioranza, la proposta di acquisto di Persidera ricevuta da F2i e RaiWaye dato mandato all’ad Amos Genish per finalizzare l’operazione, fermo restando che ogni ulteriore eventuale offerta vincolante sarà presa in considerazione.

Si è mossa in territorio positivo Pirelli & C, mostrando un incremento dell’1,20%.

Denaro su Ferrari, che registra un rialzo dell’1,20%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Maire Tecnimont (+6,61%), Saras (+3,36%), Geox (+2,69%) e Piaggio (+1,58%). I più forti ribassi, invece, si verificano su RCS, che continua la seduta con -0,71%.

Contrazione moderata per IGD, che soffre un calo dello 0,57%.

Punta al rialzo la performance dei mercati europei