Pubblicità, il mese di novembre conferma la ripresa nel 2018

(Teleborsa) – Il 2018 potrà esser ricordato come l’anno della ripresa della pubblicità. E’ quanto emerso dagli ultimi dati mensili pubblicati dalla società di consulenza Nielsen sugli investimenti pubblicitari.

Il mese di novembre chiude con un salutare +2,5% ed anche escludendo social e motori di ricerca porta a casa un aumento dell’1,2%. Ciò porta la crescita cumulata da inizio anno (periodo gennaio-novembre) a +2,1% confermando una ripresa del mercato quest’anno, anche se escludendo social e motori di ricerca si rileva una sostanziale stabilità.

“Il mese di novembre ci ha portato notizie buone e in parte inaspettate”, ha affermato il responsabile di Nielsen, Alberto Dal Sasso, aggiungendo che storicamente il mercato è sempre cresciuto a dicembre e quindi si prevede in chiusura d’anno un aumento “vicino al 2%”.

Bene radio e TV, male carta stampata – GFuardando ai singoli mezzi che veicolano la pubblicità il trend non si smentisce: fanno bene la TV con un incremento dell’1,9% a novembre e dell’1% in 11 mesi e la radio con un aumento del 7,2% a novembre e del 5,3% da inizio anno. Al contrario, i quotidiani segnano a novembre un calo dell’11,4% e da inizio anno un -6,2% ed i periodici un -3,4% nel mese ed un -8,1% cumulato.

Il Web non conosce crisi e chiude il periodo gennaio-novembre con un aumento dell’8,1%, mentre se si escludono social e motori di ricerca l’espansione si attesta al 5%.

Pubblicità, il mese di novembre conferma la ripresa nel 2018