Prysmian: utile primi 9 mesi lievita a 255 milioni, confermata guidance

(Teleborsa) – Prysmian ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con ricavi per 9.294 milioni, con una variazione organica del +11,4% rispetto ai primi nove mesi del 2020, escludendo il segmento Projects ed evidenziando un forte recupero in tutti i Business e in pressoché tutte le geografie.

L’EBITDA Adjusted registra una crescita del 12,1% a 725 milioni. L’EBITDA è aumentato a 700 milioni (601 milioni nei primi nove mesi del 2020), mentre il Risultato Operativo sale a 488 milioni rispetto ai 294 milioni dei primi nove mesi del 2020.

L’Utile Netto di pertinenza degli azionisti della Capogruppo balza dell’82,1% a 255 milioni rispetto ai 140 milioni del corrispondente periodo del 2020

Negli ultimi dodici mesi il Gruppo ha generato un Free Cash Flow pari a 282 milioni. L’Indebitamento Finanziario Netto a fine settembre ammonta a 2.663 milioni (2.669 milioni al 30 settembre 2020).

Alla luce dei risultati dei nove mesi, il Gruppo conferma la guidance 2021: EBITDA Adjusted compreso nell’intervallo di 920-970 milioni, in significativo miglioramento rispetto a 840 milioni registrati nel 2020. Inoltre, il Gruppo prevede per l’esercizio 2021 di generare flussi di cassa per circa 300 milioni.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prysmian: utile primi 9 mesi lievita a 255 milioni, confermata guidanc...