Prysmian, diritti di opzione: chiusura anticipata dell’offerta in Borsa

(Teleborsa) – Prysmian comunica che, oggi 24 luglio, al termine della prima seduta di Borsa, sono stati venduti tutti i residui 5.358.555 diritti di opzione non esercitati nel corso del periodo di offerta in opzione riguardanti la sottoscrizione di complessive n. 714.474 azioni di nuova emissione dell’Emittente rivenienti dall’aumento di capitale.

I Diritti Non Esercitati oggetto di vendita in Borsa saranno messi a disposizione degli acquirenti tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli. e potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle Nuove Azioni, al prezzo di 15,31 euro per ciascuna nuova azione, nel rapporto di n. 2 nuove azioni ogni n. 15 diritti non esercitati detenuti.

L’esercizio dei diritti non esercitati acquistati nell’ambito dell’offerta in Borsa e conseguentemente la sottoscrizione delle relative Nuove Azioni dovranno essere effettuati, a pena di decadenza, entro e non oltre il terzo giorno di Borsa aperta successivo a quello di comunicazione della chiusura anticipata, e quindi entro e non oltre il 27 luglio 2018.

La sottoscrizione dell’aumento di capitale risulta garantita per la sua totalità, poiché Banca IMI, Goldman Sachs  International e Mediobanca  – Banca di Credito Finanziario (i  cosidetti Joint Global Coordinator) si sono impegnate a sottoscrivere le nuove Azioni in numero corrispondente ai diritti di opzione che dovessero risultare eventualmente non esercitati al termine dell’offerta in Borsa.

A Piazza Affari, il titolo Prysmian sale dello 0,46%.

Prysmian, diritti di opzione: chiusura anticipata dell’offerta i...