Prysmian, CdA approva condizioni e termini dell’aumento di capitale

(Teleborsa) – Giornata no per il titolo di Prysmian che a Piazza Affari cede l’1,78%. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i termini e le condizioni finali dell’aumento di capitale sociale in opzione deliberato dall’Assemblea Straordinaria del 12 aprile 2018.

L’operazione partirà il 2 luglio per concludersi il 19 luglio con diritti di opzione negoziabili sul MTA dal 2 al 13 luglio.

In particolare l’aumento di capitale prevede l’emissione di 32.652.314 azioni ordinarie, da offrire in opzione agli azionisti e ai titolari di obbligazioni convertibili nel rapporto di 2 nuove azioni ogni 15 diritti di opzione. Per ciascuna azione esistente verrà infatti accreditato un diritto di opzione, mentre per ogni obbligazione convertibile verranno accreditati 2.915 diritti d’opzione.

Il prezzo di emissione è 15,31 euro per ogni nuova azione, per un controvalore complessivo di 499.906.927,34 euro, di cui 496,6 milioni a titolo di sovrapprezzo.

La società ha sottoscritto un contratto di garanzia con Banca IMI, Goldman Sachs e Mediobanca che, in qualità di Joint Global Coordinator, si sono impegnate a sottoscrivere le nuove azioni in numero corrispondente ai diritti di opzione che dovessero risultare eventualmente non esercitati al termine dell’offerta fino al controvalore complessivo dell’aumento di capitale.

Prysmian, CdA approva condizioni e termini dell’aumento di ...