Protezionismo, a Davos si infiamma il dibattito sui dazi

(Teleborsa) – A Davos di grande attualità il tema sul protezionismo. A rilanciare il tema l’ultimo annuncio di Trump in materia di dazi sull’import di lavatrici e di pannelli solari. 

Parlando dell’ultimo exploit di Trump in materia di dazi, Gentiloni ha lanciato l’avvertimento di “fare molta attenzione che non ci sia una rincorsa verso posizioni protezionistiche”. Il protezionismo”apparentemente tutela i singoli Paesi, ma alla lunga creerebbe enormi problemi economici” e finirebbe per “tagliare il ramo” su cui poggia la crescita.

Anche per il cancelliere Angela Merkel spiega che “l’unica risposta è la cooperazione e il multilateralismo”. A Davos il cancelliere tedesco  prende di mira il protezionismo e l’isolazionismo, con parole che sembrano riferirsi all’amministrazione guidata da Donald Trump che interverrà al Forum economico mondiale venerdì 26 gennaio

“llprotezionismo – ha puntualizzato la Merkel – non è la risposta, dobbiamo cercare risposte multilaterali, l’isolamento non aiuta”.

Intanto, Steven Mnuchin, Segretario al Tesoro statunitense precisa che gli Stati Uniti sono “assolutamente” favorevoli al libero mercato.

Protezionismo, a Davos si infiamma il dibattito sui dazi