Produzione industriale, CSC: bene l’attività in maggio ma trimestre sarà negativo

(Teleborsa) – La produzione industriale italiana è vista indebolirsi nel trimestre in corso, dopo il robusto aumento rilevato nel primo 2019. Secondo il Centro Studi Confindustria (CSC) la produzione industriale di maggio è vista in aumento dello 0,4% rispetto ad aprile, quando si registrò un calo dello 0,2% su base mensile. La variazione acquisita nel secondo trimestre è però negativa dello 0,4%, dopo il +1% del 1° trimestre. Verosimilmente sarà negativo anche il contributo dell’industria alla dinamica del PIL nei mesi primaverili, dopo che ne ha supportato la crescita nel primo trimestre.

La produzione, al netto del diverso numero di giornate lavorative, arretra in maggio dello 0,3% rispetto allo stesso mese del 2018; in aprile è stimata scendere dello 0,6% annuo. Gli ordini in volume registrano incrementi congiunturali sia in maggio (+0,3% su aprile, +0,5% sui dodici mesi) che in aprile (+0,1% su marzo, -2,7% annuo).

La dinamica dell’attività negli ultimi due mesi è condizionata da un contributo negativo dell’energia elettrica e da una particolare distribuzione delle giornate lavorative che ha consentito, in aprile, la chiusura di alcune attività verso la fine del mese, in un contesto di domanda bassa e calante. L’indebolimento dell’attività nell’industria è dipeso soprattutto dalla domanda interna. Questa, che già nel primo trimestre era risultata fiacca (con l’unica eccezione degli investimenti in costruzioni), si conferma l’anello debole nell’attuale fase congiunturale.

La notizia arriva nello stesso giorno della revisione al ribasso del PIL italiano del 1° trimestre da parte dell’Istat.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Produzione industriale, CSC: bene l’attività in maggio ma trimestre...