Procter & Gamble: utili trimestrali migliori delle attese ma l’outlook rimane debole

(Teleborsa) – Giornata difficile per  Procter & Gamble che alla borsa di New York si muove sotto la linea di parità.

A dare una spinta al ribasso la trimestrale che, pur battendo le stime, ha offerto una prospettiva del quarto trimestre che sarà “significativamente inferiore” rispetto allo scorso anno.

La società di beni di consumo ha registrato, nello scorso trimestre, un utile netto di 2,75 miliardi di dollari, o 97 centesimi per azione, rispetto ai  2, 15 miliardi di dollari, o 75 centesimi per azione, dello stesso periodo dello scorso anno.

Il consenso era fermo a 82 centesimi per azione.

Il giro d’affari del trimestre è stato  pari a 15,76 miliardi, in giù dai 16, 93 miliardi dell’anno scorso, contro un consensus di 15,81 miliardi di dollari.

La società ha detto che le vendite sono state negativamente influenzate dall’impatto dei cambi e dalle dismissioni di marche minori.

P&G ha ceduto la propria attività Duracell nel corso del trimestre. La società si aspetta  vendite totali in calo nell’anno fiscale 2016 e aspettative dei propri guadagni in declino tra il 3% e il 6% per azione rispetto ai 3,76 dello scorso anno a causa di investimenti pubblicitari, un tax rate più elevato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Procter & Gamble: utili trimestrali migliori delle attese ma l&#82...