Processo Carige, l’ex presidente Berneschi patteggia. Confiscati 22 milioni

(Teleborsa) – L’ex presidente di Banca Carige Giovanni Berneschi ha patteggiato 2 anni e 10 mesi per le accuse di associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Il provvedimento ratificato dal GUP di Milano, Raffaella Mascarino, ha anche sancito la confisca di 21,9 milioni di euro (corrispondenti ai proventi della truffa e già sequestrati) e il patteggiamento dell’ex amministratore delegato di Carige Vita Nuova, Giancarlo Menconi (2 anni e 6 mesi con pena sospesa), gli imprenditori Ernesto Cavallini e Sandro Calloni (2 anni di carcere ciascuno) e il commercialista Andrea Vallebuona (1 anno e 11 mesi).

Giovanni Berneschi era stato già condannato in appello a 8 anni e 6 mesi, ma poi la Cassazione nell’ottobre del 2019 aveva annullato la sentenza decretando l’incompetenza territoriale di Genova e gli atti, dunque, erano finiti a Milano ed erano stati assegnati al PM Paolo Filippini.

I reati contestati a vario titolo sono associazione a delinquere finalizzata alla truffa, al riciclaggio e al falso. Secondo l’accusa, Berneschi e Menconi avrebbero fatto acquistare al ramo assicurativo della banca genovese immobili e partecipazioni societarie messe in vendita da prezzi gonfiati da una serie di imprenditori compiacenti per poi reinvestire le plusvalenze in una serie di società schermo aperte in Svizzera e in altri Paesi esteri.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Processo Carige, l’ex presidente Berneschi patteggia. Confiscati...