Privatizzazioni, Padoan conferma: “con Poste raggiunto il target del 2015”

“L’Italia rimane un luogo dove investire è profittevole e attraente”. Così il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan in occasione della Giornata Mondiale del Risparmio, mettendo l’accento ovviamente sulle riforme e sulla stabilità finanziaria, che rendono il paese ancor più attraente agli investitori internazionali.

Padoan ha poi sottolineato che questo si vede non solo negli indicatori di crescita e occupazione/disoccupazione, ma anche sulle statistiche che vedono il Paese avanzare in termini di competitività ed appeal.

Nel suo discorso non poteva certo mancare il grande successo ottenuto dall’IPO di Poste Italiane, che ha fatto ieri il suo debutto a Piazza Affari. Si tratta in effetti della più grande privatizzazione degli ultimi anni ed ha consentito al tesoro di incassare circa 3,4 miliardi, che vanno ad aggiungersi a quelli incassati con il collocamento di una quota di Enel. 

Con l’IPO di Poste “continua il processo di privatizzazioni, che recentemente ha segnato importanti risultati e ha permesso di ottenere con un po’ di anticipo gli obiettivi che il governo si era prefissato anche in sede europea”, ha detto Padoan, riferendosi all’obiettivo dichiarato a Bruxelles di incassare almeno 7 miliardi quest’anno con le  privatizzazioni.

Privatizzazioni, Padoan conferma: “con Poste raggiunto il target...