Prevalgono le vendite a Piazza Affari e tra le altre Borse europee

(Teleborsa) – Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei. Sul sentiment degli investitori tornano per il continuo aumento di casi di coronavirus nel mondo. Il Giappone si appresta a varare nuove misure restrittive, mentre nel Regno Unito il premier Boris Johnson ha annunciato il terzo lockdown nazionale effettivo dalla giornata odierna.

Sul mercato valutario, leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,228. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,38%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell’1,83%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +112 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,53%.

Tra le principali Borse europee pensosa Francoforte, con un calo frazionale dello 0,40%, senza spunti Londra, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi. Tentenna Parigi, con un modesto ribasso dello 0,52%. Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,30% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, in lieve calo il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata sotto la parità a 24.242 punti.
Risultato positivo a Piazza Affari per i settori tecnologia (+1,40%), petrolio (+1,15%) e immobiliare (+1,00%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti costruzioni (-1,68%), automotive (-0,92%) e assicurativo (-0,83%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo ENI (+1,74%), Saipem (+1,62%), STMicroelectronics (+1,61%) e Recordati (+1,49%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Hera, che ottiene -2,49%.

Preda dei venditori Pirelli, con un decremento dell’1,95%.

Si concentrano le vendite su Ferrari, che soffre un calo dell’1,60%.

Vendite su Nexi, che registra un ribasso dell’1,48%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Banca MPS (+5,22%), Mutuionline (+4,68%), Garofalo Health Care (+3,32%) e Saras (+2,30%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Carel Industries, che ottiene -5,59%.

Sensibili perdite per Falck Renewables, in calo del 3,40%.

In apnea Sesa, che arretra del 2,87%.

Tonfo di Brunello Cucinelli, che mostra una caduta del 2,51%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prevalgono le vendite a Piazza Affari e tra le altre Borse europee