Prevalgono le vendite a New York

(Teleborsa) – Prosegue con debolezza la borsa di Wall Street con gli investitori in attesa della riunione della Federal Reserve in programma oggi e domani (15-16 giugno): non sono attese variazioni alla politica monetaria, ma si analizzerà lo statement conclusivo per cogliere segnali di un possibile tapering.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones scambia con un calo dello 0,38%; sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità l’S&P-500, che retrocede a 4.244 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,6%); sulla stessa linea, in lieve ribasso l’S&P 100 (-0,36%).

In buona evidenza nell’S&P 500 il comparto energia. Nel listino, i settori materiali (-0,77%), beni di consumo secondari (-0,70%) e telecomunicazioni (-0,52%) sono tra i più venduti.


Al top tra i giganti di Wall Street, Chevron (+1,83%), American Express (+1,54%), Travelers Company (+0,69%) e Boeing (+0,68%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Honeywell International, che prosegue le contrattazioni a -5,18%.

Seduta negativa per Home Depot, che mostra una perdita dell’1,80%.

Sotto pressione JP Morgan, che accusa un calo dell’1,79%.

Scivola Salesforce.Com, con un netto svantaggio dell’1,41%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Micron Technology (+2,44%), Paccar (+1,19%), Henry Schein (+1,16%) e Vodafone (+0,96%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Bed Bath & Beyond, che continua la seduta con -4,24%.

Vendite a piene mani su Activision Blizzard, che soffre un decremento del 3,40%.

Pessima performance per Moderna, che registra un ribasso del 2,92%.

Sessione nera per Electronic Arts, che lascia sul tappeto una perdita del 2,63%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prevalgono le vendite a New York