Prevalgono le vendite a New York

(Teleborsa) – Sessione debole per il listino USA, che scambia con un calo dello 0,29% sul Dow Jones, mentre, al contrario, rimane ai nastri di partenza l’S&P-500 (New York), che si posiziona a 3.507 punti, in prossimità dei livelli precedenti.

Senza direzione il Nasdaq 100 (-0,08%); sulla stessa tendenza, pressoché invariato l’S&P 100 (-0,08%).

Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per il comparto sanitario. Nel listino, i settori energia (-1,69%), finanziario (-0,65%) e beni di consumo secondari (-0,46%) sono tra i più venduti.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Johnson & Johnson (+1,95%), Wal-Mart (+0,74%), Pfizer (+0,59%) e Visa (+0,56%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su American Express, che prosegue le contrattazioni a -1,46%.

Preda dei venditori United Health, con un decremento dell’1,32%.

Si concentrano le vendite su Goldman Sachs, che soffre un calo dell’1,21%.

Vendite su JP Morgan, che registra un ribasso dell’1,18%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Marriott International (+2,76%), Altera (+2,54%), Ebay (+2,53%) e Xilinx (+2,50%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Electronic Arts, che ottiene -7,69%.

Vendite a piene mani su Biogen, che soffre un decremento del 7,52%.

Pessima performance per Discovery, che registra un ribasso del 4,48%.

Sessione nera per Discovery, che lascia sul tappeto una perdita del 4,42%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prevalgono le vendite a New York