Prevalgono le vendite a New York

(Teleborsa) – Apre al ribasso Wall Street traghettata in negativo dai timori per una non riuscita delle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina. Gli investitori, già spaventati dal fantasma di un rallentamento dell’economia mondiale – in parte presagito dagli ultimi dati macro americani e europei – risultano intimoriti da un possibile mancato accordo tra le due superpotenze, evento che appesantirebbe la situazione del commercio globale.

A fronte di ciò il listino USA scambia con un calo dello 0,42% sul Dow Jones; sulla stessa linea, lo S&P-500 ha un andamento depresso e scambia sotto i livelli della vigilia a 2.938,87 punti. Sotto la parità il Nasdaq 100, che mostra un calo dello 0,43%, come l’S&P 100 (-0,4%).

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori. Nella parte bassa della classifica del paniere S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti beni industriali (-0,65%), utilities (-0,56%) e beni di consumo secondari (-0,50%).

Giornata da dimenticare per tutte le Blue Chip del Dow Jones, che mostrano una performance negativa.

I più forti ribassi si verificano su Caterpillar, che continua la seduta con -0,93%.

Tentenna Exxon Mobil, che cede lo 0,84%.

Sostanzialmente debole Visa, che registra una flessione dello 0,80%.

Si muove sotto la parità Travelers Company, evidenziando un decremento dello 0,78%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Nvidia (+2,19%), Workday (+0,71%) e Asml Holding Nv Eur0.09 Ny Registry (+0,70%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Wynn Resorts, che continua la seduta con -3,25%.

Tonfo di Ctrip.Com International Spon Each Rep, che mostra una caduta del 2,57%.

In rosso Fastenal, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,86%.

Spicca la prestazione negativa di Ulta Beauty, che scende dell’1,79%.

(Foto: David Vives / Pixabay)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prevalgono le vendite a New York