Prevale cautela tra i listini europei, Milano inclusa

(Teleborsa) – Avvio in cauto rialzo per le principali borse europee, inclusa Piazza Affari, con gli investitori che continuano a monitorare l’andamento della pandemia del coronavirus, mentre si intravedono i primi segnali di allentamento del lockdown.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,086. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,40%. Profondo rosso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 14,59 dollari per barile, in netto calo del 20,14%.

Pesante l’aumento dello spread, che si attesta a +238 punti base, con un deciso aumento di 12 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dell’1,90%.

Tra le principali Borse europee senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, guadagno moderato per Londra, che avanza dello 0,09%, e Parigi mostra un modesto ribasso dello 0,31%. Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,31%.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori viaggi e intrattenimento (+3,88%), costruzioni (+2,86%) e sanitario (+2,43%).

Nel listino, i settori petrolio (-1,82%), alimentare (-1,52%) e materie prime (-1,10%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, incandescente Juventus, che vanta un incisivo incremento dell’8,11%.

In primo piano Buzzi Unicem, che mostra un forte aumento del 4,39%.

Decolla Diasorin, con un importante progresso del 3,74%.

In evidenza Amplifon, che mostra un forte incremento del 3,25%.

Tra i ribassi, Nexi, con un calo del 2,19%.

Seduta negativa per Saipem, che mostra una perdita dell’1,69%.

Sotto pressione Atlantia, che accusa un calo dell’1,53%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, FILA (+3,94%), Danieli (+3,90%), Tinexta (+3,43%) e Fincantieri (+3,34%).

I più forti cali, invece, si verificano su Saras, che continua la seduta con -3,00%.

Crolla Cattolica Assicurazioni, con una flessione del 2,63%.

Vendite a piene mani su Mondadori, che soffre un decremento del 2,30%.

Scivola MARR, con un netto svantaggio dell’1,71%.

(Foto: © Simona Flamigni | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prevale cautela tra i listini europei, Milano inclusa