Prestiti in calo a dicembre nonostante i mini tassi

(Teleborsa) – Dopo il rimbalzo di novembre tornano a calare i prestiti al settore privato.

Corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, a dicembre 2015 hanno registrato una contrazione su base annua dello 0,3% dopo il +0,5% del mese precedente, si apprende dal supplemento al Bollettino statistico “Moneta e banche” a cura della Banca d’Italia.

Nel dettaglio, i prestiti alle famiglie sono cresciuti dello 0,8%, come a novembre, mentre quelli alle società non finanziarie sono diminuiti dello 0,7% (+0,2% il mese precedente).

Le variazioni sui dodici mesi di prestiti e depositi terminati a novembre “potrebbero aver riflettuto gli effetti della diversa scadenza fiscale per i versamenti in autotassazione, fissata nel 2015 al 30 dicembre e nel 2014 al primo dicembre”, spiegano da Via Nazionale.

I tassi d’interesse sui finanziamenti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie, sono stati pari al 2,80%, in calo rispetto al 2,85% del mese precedente. Quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo passano dall’8,29% al 7,92%.

I tassi d’interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro sono risultati pari al 2,72% (2,76% nel mese precedente); quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia all’1,26% (1,07% a novembre).

I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari allo 0,52%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prestiti in calo a dicembre nonostante i mini tassi