Prestiti, Crif: “Nel Lazio segnali contrastanti per richieste di credito dalle famiglie”

(Teleborsa) – Nei primi sei mesi dell’anno il numero di richieste di nuovi mutui e surroghe nel Lazio ha fatto segnare un calo del -11,8% rispetto allo stesso periodo del 2018, con un rallentamento più marcato rispetto a quello rilevato a livello nazionale. Questo a fronte di un aumento delle domande di prestiti finalizzati (+10,2%) e personali (+4,5%). È quanto emerge dall’analisi del patrimonio informativo di Eurisc – Il Sistema di Informazioni Creditizie di Crif.

Per quanto riguarda mutui e surroghe nella Regione il calo è generalizzato, anche se le province che hanno fatto segnare le contrazioni più sostenute sono state Latina e Viterbo, rispettivamente con un -16,0% e -14,5%. Per quanto riguarda Roma la flessione è stata pari a -11,5%.

Nel I semestre 2019 il Lazio ha fatto segnare una crescita pari a +10,2% del numero di richieste di prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi (quali auto e moto, arredo, elettronica ed elettrodomestici, ma anche viaggi, spese mediche, palestre ecc.). Nel dettaglio, Viterbo guida il ranking regionale con un aumento del +13,5%, seguita da Roma (+11,9%) e Rieti (+7,1%). Anche per i prestiti personali, nel semestre appena concluso il Lazio ha fatto registrare una crescita nel numero di richieste rilevate, con un +4,5% rispetto allo stesso periodo del 2018, incremento più contenuto rispetto a quello registrato a livello nazionale (+6,3%). In Regione, Rieti è risultata la provincia con la crescita più consistente, con un +5,7%, seguita da Frosinone (+5,6%). A Roma, invece, la crescita è stata pari a +4,5%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prestiti, Crif: “Nel Lazio segnali contrastanti per richieste di...