Prescrizione, fumata bianca: “Accordo raggiunto, verrà introdotta dopo il primo grado”. Bonafede: “In vigore dal 2020”

(Teleborsa) – Intesa raggiunta dopo il verticedi questa mattinaa Palazzo Chigi tra il premier Conte e i due vicepremier, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, alla presenza del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede che ha dato l’annuncio. “La norma sulla prescrizione è nel ddl Anticorruzione e approderà in Aula la prossima settimana. Resta lo stop dopo la sentenza di primo grado, entrerà in vigore con la riforma del processo penale il prossimo anno“, ha detto alla fine dell’incontro.

Soddisfatto Salvini: “L’accordo c’è ma solo con tempi certi” – Il vicepremierMatteo Salvini ha confermato l’accordo trovato dalla maggioranza “ma solo con tempi certi” per la conclusione dei processi: “La mediazione è stata positiva, accordo trovato in mezz’ora. Voglio tempi brevi per i processi. In galera i colpevoli, libertà per innocenti” ha detto al termine del vertice.

ENTRERA’ IN VIGORE DAL 2020 – “La norma sulla prescrizione sarà nel ddl ma entra in vigore da gennaio del 2020 quando sarà approvata la riforma del processo penale. La legge delega, che scadrà a dicembre del 2019, sarà all’esame del senato la prossima settimana” ha aggiunto.

Esulta Di Maio su Facebook: “Finalmente le cose cambiano davvero” – “Ottime notizie! BastaImpuniti! La norma sulla prescrizione sarà nel disegno di legge anticorruzione! Ed entro l’anno prossimo faremo anche una riforma del processo penale. Processi brevi e con tempi certi. Finalmente le cose cambiano davvero!: è il commento che il leader pentastellato ha affidato a Facebook.

Forza Italia non ci sta: “La Lega ha fatto dietrofront” – L’accordo sulla prescrizione non sembra soddisfare invece Enrico Costa, deputato e responsabile del dipartimento Giustizia di Forza Italia: “Eravamo fiduciosi che la Lega, nel rispetto dei principi del programma di centrodestra, bloccasse l’omicidio del codice penale. Le loro dichiarazioni andavano nella direzione giusta. Oggi registriamo un clamoroso dietrofront”.

BAGARRE DELLE OPPOSIZIONI IN COMMISSIONE GIUSTIZIA– Le opposizioni, in particolare Pd e Forza Italia, contestano la validità stessa del voto che si è svolto in commissione Affari costituzionali e Giustizia della Camera sull’ampliamento alla prescrizione del ddl anticorruzione. Per questo le opposizioni chiedono che sia convocata subito una Conferenza dei capigruppo. La richiesta, formalizzata in Aula, è stata portata all’attenzione del presidente della Camera, Roberto Fico.

Prescrizione, fumata bianca: “Accordo raggiunto, verrà introdot...