Prende il via l’Eurogruppo a Bratislava. L’Italia punta dritta alla flessibilità

(Teleborsa) – Prende il via l’Eurogruppo a Bratislava. La riunione informale che precede l’Ecofin permette ai Ministri delle Finanze UE di discutere di questioni economico-finanziarie legate all’Unione Economica e monetaria.

Arrivando a Bratislava il Ministro delle Finanze italiano Pier Carlo Padoan ha dichiarato “c’è molta opportunità per i ministri di parlare di temi molto generali come la riforma del Patto di stabilità, l’istituzione di possibili strumenti fiscali comuni e l’approfondimento dell’Unione Monetaria”.

Durante la riunione si affronterà anche la questione della flessibilità per l’Italia che è sul tavolo dei ministri. Un tema quello della flessibilità per il Paese già affrontato da Renzi nel bilaterale Italia-Germania, che si è svolto nei giorni scorsi a Maranello.

Parlando della flessibilità per l’Italia, il Commissario europeo agli Affari economici e finanziari Pierre Moscovici ha messo subito in chiaro: “l’Italia ha già beneficiato di molta flessibilità e deve rispettare le regole, che sono flessibili e intelligenti. Ne discuterò in un incontro bilaterale con il ministro Pier Carlo Padoan, ma non bisogna avere troppa fretta”. Per ora ancora non è stato definito nulla. Bruxelles è ancora in attesa del progetto di legge di bilancio 2017. “Aspettiamo il documento programmatico di bilancio, che arriverà entro il 15 ottobre”, ha concluso Moscovici.

Prende il via l’Eurogruppo a Bratislava. L’Italia punta dr...