Prada punta a 4,5 miliardi di ricavi nel medio termine. Focus su pratiche ESG

(Teleborsa) – Prada, società del lusso con sede a Milano e quotata a Hong Kong, punta a un fatturato di circa 4,5 miliardi di euro nel medio termine, con un obiettivo di margine EBIT di circa il 20% dei ricavi totali, il raddoppio del business online al 15% dei ricavi e un aumento della densità delle vendite al dettaglio del 30-40%. È quanto ha comunicato in una nota in occasione del suo secondo Investor Day dall’IPO del 2011. Per raggiungere questi obiettivi è stata annunciata una nuova strategia che è focalizzata sulla distribuzione diretta “per aumentare la produttività dei negozi e la penetrazione dell’online” e si pone “obiettivi ambiziosi” nel campo della sostenibilità.

In questo senso, il consiglio di amministrazione sarà integrato con due membri che porteranno avanti la strategia e le pratiche ESG (Environmental, Social and Governance). Inoltre, faranno parte di un nuovo Board Committee ESG insieme a Lorenzo Bertelli, Head of Corporate Social Responsibility. I due professionisti sono Pamela Culpepper, Founding Member della società di consulenza Have Her Back e Anna Maria Rugarli, Corporate Sustainability Vice President di Japan Tobacco International.

“Il Gruppo Prada ha una visione ponderata e pionieristica della moda – ha commentato Patrizio Bertelli, amministratore delegato di Prada – In un momento di grandi cambiamenti culturali e sociali, il lusso ha bisogno di continuare ad evolversi coerentemente con il mercato. I nostri dialoghi e prospettive fluide reinterpretano continuamente il lusso. Essendo rilevanti, sostenibili e di impatto, guideremo la crescita a lungo termine”.

Contestualmente, è stato offerto una aggiornamento sulle performance del gruppo nel terzo trimestre 2021. In particolare, è stata registrata una ulteriore accelerazione delle vendite al dettaglio (+18% sul 2019), una continua crescita online (+400% rispetto al terzo trimestre del 2019), un ulteriore miglioramento della redditività, forte generazione di flussi di cassa e miglioramento del capitale circolante netto e una Posizione Finanziaria Netta prossima allo zero a fine settembre 2021. Il “forte slancio delle vendite continua nel quarto trimestre fino ad oggi”, viene aggiunto.

L’amministratore delegato Patrizio Bertelli prevede di affidare a suo figlio Lorenzo la guida dell’azienda di moda entro i prossimi tre anni. “Lorenzo ha l’atteggiamento giusto” per il lavoro, ha detto Bertelli in un’intervista a Bloomberg. Lorenzo, 33 anni, è figlio di Bertelli e Miuccia Prada. “Spetterà a lui decidere” quando subentrare, ha aggiunto Bertelli.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prada punta a 4,5 miliardi di ricavi nel medio termine. Focus su prati...