Povertà, Federconsumatori in pressing sul Governo: “Rimettere in moto l’economia”

(Teleborsa) – Prosegue il bollettino di guerra emanato dall’ISTAT sullo stato del Paese. Dopo notizie circa l’instabilità e l’incertezza della ripresa, giunge oggi un dato estremamente drammatico: la povertà assoluta tocca il livello record dal 2005.

Si trovano in tale condizione 4,6 milioni di persone. “Le rinunce e la modifica delle abitudini delle famiglie non possono che confermare tale situazione”, spiega Federconsumatori che suggerisce un “Piano Straordinario per il Lavoro ed una redistribuzione dei redditi”.

“È ora di comprendere- spiega Federconsumatori- che il Lavoro costituisce la vera urgenza e priorità per il Paese”

Secondo uno studio dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, “ipotizzando un tasso di disoccupazione al 6% (tasso ante-crisi, seppure ancora elevato), rispetto ad oggi la capacità di acquisto delle famiglie aumenterebbe di circa +40 miliardi di Euro l’anno. Questo consentirebbe di rimettere in moto l’economia e di dare nuovo ossigeno alle famiglie, nuove opportunità, nuove prospettive. 

Tale operazione richiede un intervento deciso del Governo per l’avvio di investimenti per lo sviluppo e la ricerca, opere di modernizzazione e realizzazione di infrastrutture (soprattutto al Sud), l’attuazione di un programma per la valorizzazione dell’offerta turistica nel nostro Paese.

In assenza di coraggio e di intraprendenza da parte del mondo imprenditoriale, è indispensabile che sia il Governo a farsi carico di tali operazioni, se necessario ricorrendo alla vendita di circa il 15% delle riserve auree.

Ormai è chiaro che i cittadini hanno bisogno di risposte urgenti ed è ora che il Governo si decida a darle”, conclude Federconsumatori

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Povertà, Federconsumatori in pressing sul Governo: “Rimet...